Image description

Tel. 0172 412046

info@santuariomadonnadeifioribra.com

Santuario Madonna

Image description

"Santuario Nuovo"

Inizia la Costruzione del Santuario nel (1933)

Santuario Nuovo

 

Nel 1933 nella vasta area verde, che faceva parte dell'antico complesso, venne iniziata la costruzione del Santuario Nuovo, su progetto dell'ingegnere Bartolomeo Gallo, assai più vasto e grandioso del precedente. L'edificio, costruito di getto in pochi anni, è sostanzialmente in mattoni a vista, tranne la facciata. Questa è formata da un alto pronao a quattro colonne, affiancata da due torri campanarie, tutto in travertino. L'ingresso al nuovo Santuario è reso più solenne dall'imponente recinzione, con colonne in travertino e cancellata in ferro battuto, costruita nel 1969. Un vialetto lastricato in cubetti di porfido porta all'imponente gradinata che, costruita nel 1976 su disegno dell'architetto Guido Radic di Torino, ha completato l'opera del nuovo Santuario. Il Santuario è costituito da due corpi: uno a pianta centrale ottagonale con otto colonne monolitiche, di circa centimetri di diametro alla base. Appoggiato a questo primo corpo, un secondo a pianta quadrata che accoglie il presbiterio, il grande altare e l*abside. Il punto culminante della chiesa è la grandiosa composizione marmorea addossata all'abside detta Madonna dei Due colonne sostengono l'arcata centrale sotto la quale è collocato il grande quadro dell'Apparizione Nell'interno la decorazione muraria, presente solo nella zona della cupola al di sopra del presbiterio, è di Piero Dalle Ceste, e raffigura l'Incoronazione della Vergine. La Madonna incoronata è circondata da cori angelici e nei pennacchi sono rappresentate quattro figure di donne del Vecchio Testamento La pittura del Dalle Ceste ha una impostazione classica, arricchita con tocchi lucenti sui colori chiari. È di sua mano anche il quadro con l'Apparizione della Vergine a Egidia Mathis, eseguito nel 1936. Sull'altare è installato un paliotto rappresentante l' Ultima Cena, opera di Narcisio Cassinò, del 1969. Recentemente nel presbiterio è stata posta la Sede per la presidenza eucaristica, su disegno degli Architetti Tromba e Morra.

 

MARTIRIO Dl S. STEFANO, GIOVANNI ANTONIO MOLINERI, XVII SECOLO,

OLIO SU TELA
La tela è probabilmente una copia di un dipinto murario eseguito dallo stesso Molineri nella cappella gentilizia dei Mathis nella chiesa di Sant'Antonino Vecchio, opera che andò perduta con l'abbattimento dell'edificio.

Giovanni Antonio Molineri (1577-1645): il Molineri è un pittore di origine saviglianese, che si formò tra la città natale e Roma. Di formazione tardo-manierista, le esperienze nella capitale arricchirono la sua conoscenza artistica e lo portarono ad assorbire i valori della pittura introdotti dal Caravaggio.

ADORAZIONE DEI PASTORI, GIOVANNI CLARET, OLIO SU TELA
Questo dipinto richiama lo stile del pittore, per i tocchi di luce caratteristici che modellano le figure e per la luminosità tenue che avvolge la scena e la rende leggermente irreale.

MADONNA TRA SAN GIOVANNI BATTISTA E SAN Rocco, OLIO SU TELA
L'attribuzione di questo quadro non è certa poiché lo stile è diverso da quello del Claret. Probabilmente è opera di Francesco Cairo (1607-1665) ed è stata poi rimaneggiata o portata a termine da pittori locali. Nel giardino posto di fianco al Santuario Vecchio sono state alloggiate di recente due statue rappresentanti Egidia Mathis e la Vergine, in marmo bianco statuario di Carrara. Nel pruneto si trova invece la statua realizzata nel 1900 da Giuseppe Realini, che riproduce le fattezze delle statue lignee presenti nei due santuari posta su una alta colonna celebrativa in granito e che pare accogliere a distanza chi entra in città annunciandone la protezione della Vergine patrona.

Statua della vergine Patrona

Descrizione immagine

Il Pruneto

Descrizione immagine

Madonna tra S. Giovanni Battista e S.Rocco

Descrizione immagine

Presbiterio

Descrizione immagine

Grazie di aver visitato questo sito


Descrizione immagine

Statua della Vergine

I due Santuari e la Casa per Esercizi Spirituali

Descrizione immagine

Cupola

Descrizione immagine

Martirio di S. Stefano

Descrizione immagine